Archivio

Archivio Marzo 2004

Pisa

29 Marzo 2004 Commenti chiusi


Stazione ferroviaria domenica 28 marzo 2004

Categorie:Senza categoria Tag:

M’illumino d’immenso

26 Marzo 2004 1 commento

Pixel a Bologna
Galleria Mondo Bizzarro sabato 27 Marzo 2004 h. 18:00
circuiteria elettronica Mario Marzeddu

Categorie:Senza categoria Tag: ,

Pula

22 Marzo 2004 Commenti chiusi


21 marzo 2004

Categorie:Senza categoria Tag:

III GIORNATA MONDIALE DELLA POESIA

20 Marzo 2004 Commenti chiusi

InterAzioni Poesia 2004
TEATRO ARKA (H.C.E.) & Comune di Assemini
presentano

III GIORNATA MONDIALE DELLA POESIA

Manifestazione promossa dalla Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO
nell’ambito della Giornata Mondiale della Poesia 2004
e in collaborazione con: FEDIC Sardegna – EMERGENCY Cagliari

SPAZIO ARKA ­ Centro Culturale Polivalente
via Tevere, 47 – Assemini centro (CA) – Sardegna

domenica 21 marzo – dalle ore 18:00

ingresso libero

Appuntamento importante allo Spazio Arka di Assemini (CA): il TEATRO ARKA (H.C.E.) ed il Comune di Assemini (Assessorato P.I., Cultura e Spettacolo) organizzano la III GIORNATA MONDIALE DELLA POESIA – manifestazione patrocinata quest’anno dalla Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO nell’ambito della Giornata Mondiale della Poesia 2004 – e presentano domenica 21 marzo dalle ore 18:00 in poi, presso lo SPAZIO ARKA (via Tevere, 47 – Assemini centro), la serata InterAzioni Poesia.
Si tratta di una lunga serata di libera poesia, nel senso piu¹ ampio del termine (a insindacabile giudizio del poeta), in contemporanea mondiale con iniziative analoghe promosse in tutto il pianeta, con la partecipazione di diversi poeti che si esprimeranno nella lingua preferita, brevi interventi sonori da parte di musicisti e performances di attori, videomakers e artisti visuali.
La serata sara¹ interamente autogestita dagli stessi partecipanti e coordinata dal regista Massimo Zanasi. Verranno anche mostrati i testi poetici giunti per posta elettronica e via fax, poesie visive, mail-art (arte postale), immagini tratte da videopoesie e disegni poetici.
Tra i partecipanti (dentro e fuori): Raffaele Ibba, Alberto Mori, Maya Rasker, Boudewijn Payens, Placido Cherchi, Antonio Sassu, Luca Miti, Alberto Lecca, Paolo Sanna, Daniele Ricciu, Mario Ganau, Johannes Bergmark, Mideo M. Cruz, Jack Hirschman, Maurizio Conte, Louise Dubreuil, Alberto Masala, Rita Loi, Gianni Marilotti, Theodor di Ricco, Giulia Clarkson, Piero Marcialis, Italo Medda, Assunta Pittaluga, Maria Antonietta Mongiu, Silvia Serafi, Mario Pischedda, Maugossia Panasiuk, Ignazio Mudu, Anna Pes, Lino Talloru, John Sturgeon, Marzia Agus, Steve Bradley, Angelo Aresu, Gianni Marras, Giorgio Del Rio, Simona Corrias, Adriano Cao, Michele Licheri, Hernani Cor, Speranza Locci, Alexander Del Re, Giampaolo Guerini, Emilio Morandi, Vittorio Sanna, Elvio Usala, Niwa Yoshinori, Jacopo Zanasi, Martin Zet, e altri…
Il Teatro Arka – in collaborazione con Dialogue through Poetry, con Emergency, con la FEDIC cinema e tanti altri organsimi socio-culturali sparsi in tutto il mondo – vuole dedicare la serata alla scottante tematica di Terrore: Guerra & Pace.

Associazione Culturale Intermediale T E A T R O A R K A (H.C.E.)
via Porrino, 5 – 09032 Assemini (CA) – Sardegna – Italia – Tel./Fax: 070.946.057
e-mail: arkamax@tiscali.it – http://web.tiscali.it/spazioarka

SE VOLETE CANCELLARVI DA QUESTA MAILING LIST
REPLICATE A QUESTO MSG CON LA PAROLA ‘CANCELLA’ IN OGGETTO
TO UNSUBSCRIBE FROM THIS LIST
REPLY TO THIS MSG WRITING ‘UNSUBSCRIBE’ IN THE SUBJECT

Categorie:Senza categoria Tag: , , ,

Assemini

16 Marzo 2004 1 commento

21 marzo – Giornata Mondiale della Poesia a Spazio Arka
dalle h.18:00 a seguire

Categorie:Senza categoria Tag:

La Sirena ( 2)

11 Marzo 2004 Commenti chiusi


Mai risposta arrivò nè per corriere a cavallo, nè per regio treno, nè per calesse alle tue epistole gravi e circoncise perchè finito il corriere, il calesse o i binari c’era la Piena, loro dicevano Piena e tu rispondevi che era il mare e sempre era stato mare e allora ti dicevano che se era mare, nel mare, si sa, si perdono i legni per i mostri marini, poi notizie vaghe si danno e le leggono tutti, sui misteri e gli abissi dei brigantini che nessuno rinvenne eppure il tempo era buono e ottimi i capitani.
In realtà le tue lettere mai s’erano mosse, galleggiavano piano nella cassa che ride della posta, vicino alla scuola centrale, se tirava maestrale, mai le lesse il Qualcuno a cui le spedivi, quell’arciprete , e mai discusse la curia di ciò che narravi in meticolo elenco, il questo e il quello e che infine avevi notato , a ogni messe matura, che persino nell’acquasantiera di marmo all’ingresso della pieve, ogni estate, nuotavano vescicole rosa e talvolta alghe secchite pendevano dalla grata della bussola del confessore.
Tu volevi dire, sì dire, si poi che volevi dire? Tu volevi lo scandalo, rovinar la famiglia di quello e il paese e soltanto in fondo( perchè tutti lo sanno, solo tu che sai tutto, questo non sai ) perchè mai Gonario, il bel Gonario, il poligamo mai volle rivedere e sopratutto carezzare i tentacoli tremuli e porporini che tenevi infilati e nascosti nelle gambe tornite che lui stesso, maestro d’ascia, ti fece, che eri una bimba, per pietà, con del legno di profumatissimo cedro.

G. Cossu, Camera Obscura, 2004 ( 10/03/04)

Categorie:Senza categoria Tag:

La Sirena

10 Marzo 2004 Commenti chiusi


Forse in più vite, quel sacco di posta, sarebbe arrivato o averebbero fatto l’ufficio reclami, almeno.
Perchè tu non una, ma molte lettere ben chiuse con colla di pesce spedisti, in buste robuste: l’indirizzo pulito e fermo come un plotone in attesa, a punta di china, e mai mancò il francobollo col Tafano vincitore o il ricordo della moria delle Locuste.
Destinatario chiaro. come uno sparo, ma per Mittente un debole grano di ghiaccio sparso dalla mano sul banco di un pesciaiolo.
Chissà che ti immaginavi imbucando, accanto alla scuola normale, le tue buste ben chiuse, marcite l’un sovra l’altra o di sbieco dentro la rossa cassetta con il vapore inciso: rotaie contorte che affogano nel sale, capostazione che suonano la cornucopia chiamando gli armigeri, fanti artiglieri che sonnecchiano, in croce, appesi a dozzine e dondolano sui pali del telegrafo che non funziona più perchè dicono ci sia la piena e duri da anni sebbene d’acqua non vedasi piovere e i fuochisti spalano coralli e telline da mane a sera…
E allora principi e racconti premendo forte l’indice sul tavolo marcio accanto al bicchiere d’infuso di malva di mare che Tu volevi informare perchè tu sapevi e solo tu che Gonario, il Mastro d’ascia, poligamo era e tu solo lo sapevi per certo. Dei pescatori, in cambio di vecchi favori, portato gli avevano una Sirena, pescata nel mare e come da lui chiesto intera e ancor viva invece che, come solito, tagliare a notte il busto e gettarlo alle Lamprede alate, per venderne il resto, come pesce d’altura, al mercato.
Tu sapevi inoltre che Gonario con siffatto animale coricavasi spesso, e l’aveva portato sul carretto del ghiacciaiuolo a una sua cala difesa da rovi e da un muro impastato in cima di di forbici, aghi di vela, chiodi da pesce rugginiti, e posta l’aveva in una conca d’acqua sorgiva e sparsa di sale e di un allume che dicean trovasse non si sa dove
e così andando la custodiva e nutriva.
Certo bella era : rossi aveva i capelli e lunghi, rossa la bocca come una stella marina, pelle morbida sul busto e motile come il fondo di un immoto mare trascorso da correnti e brividi caldi…
La moglie, tapina, di cotanto Uomo, pensava a salare le acciughe e curava i figlioli e nulla sapeva…ma tu ne’ fossi prossimi alla foce del palùdo vedevi nuotare dei feti con piume alle ascelle e ritta sul piatto legno di canne, sospesa sul scivoloso limo, sebbene i più ti dicessero pazza aspettavi l’ombra prossima sotto il velo della mota e sbattevi l’arpione…( continua)
G. Cossu, Camera Obscura, 2004

Categorie:Senza categoria Tag:

Andare a fondo…

9 Marzo 2004 Commenti chiusi
Categorie:Senza categoria Tag: ,

S/now

2 Marzo 2004 Commenti chiusi
Categorie:Senza categoria Tag:

Les feuilles mortes

1 Marzo 2004 Commenti chiusi


di Pinuccio Sciola

Categorie:Senza categoria Tag: ,