Archivio

Archivio Febbraio 2005

Hortus Musicus

21 Febbraio 2005 Commenti chiusi

http://www.hortusmusicus.com/rassegna/rassegna.php

Categorie:Senza categoria Tag: ,

PETER GABRIEL

20 Febbraio 2005 1 commento


today domenica 20 febbraio 2005, post Hortus Musicus

Categorie:Senza categoria Tag: ,

Libreria Odradek Sassari

3 Febbraio 2005 1 commento

Libreria Odradek Sassari

sabato 19 febbraio h.18:00

presentazione della rivista Hortus Musicus

sarà presente il direttore della rivista Roberto De Caro

Hortus Musicus

Al suo sesto anno di vita, Hortus Musicus è un trimestrale indipendente di politica e cultura. Nonostante il titolo quindi non è in alcun modo una rivista di settore: il richiamo alla musica vuole piuttosto sottolineare polemicamente l?arbitrario destino di isolamento cui quest?arte è storicamente condannata nella cultura italiana. La musica insomma come esempio eminente di una lacerazione del sapere contro la quale Hortus Musicus intende reagire. Essenziale ispirazione della rivista è infatti di mettere criticamente in evidenza, al di là di ogni artificiosa separazione disciplinare, i nessi e gli intrecci sottesi alla produzione intellettuale del passato e del presente, di promuovere una ricerca dichiaratamente eretica rispetto agli usi accademici prevalenti, secondo una prospettiva di indagine programmaticamente la più ampia possibile. Di questa ricerca, che si richiama volentieri alle intenzioni e alle esperienze delle avanguardie storiche, è parte criticamente integrante il ricco apparato iconografico.

È inevitabile che una rivista si interroghi sul frangente storico nel quale le è dato di vivere e sulle possibilità che ha di incidervi e, soprattutto, quando ambisca, come Hortus Musicus, a svolgere una critica radicale dell?esistente, debba riflettere ? senza reticenze o indulgenze nei confronti di tradizioni, pur nobili, di pensiero ? sulla natura plurale e ambivalente della propria epoca. Il compito di una rivista di questo genere è quello, allora, di passare la propria mano contropelo sul dorso del tempo, di entrare, cioè, in urto con la violenza e la stupidità dilaganti, con la riduzione delle vite a merce, con l?uso generalizzato ed esibito della forza dei racket che governano gli Stati.

Hortus Musicus ha, dalla sua parte, scelto di sparigliare, ovvero di proporre una visione della cultura, della politica e dell?arte che non solo rifugga, ma, risolutamente, osteggi le arbitrarie separazioni chirurgiche dello specialismo accademico mortificanti la complessità del reale. Contro l?imbecillità dell?effimero e la ferocia devastante dell?oclocrazia, si tratta, allora, di riconquistare al pensiero, che è già una forma d?azione, il rigore etico prima ancora che intellettuale. Occorre, cioè, ricostituire spazi dove prendano agio la facoltà di giudizio e la capacità di pensare in proprio, ossia di sospendere le abitudini ossificate e le stereotipie espressione della «società rispettabile».

Categorie:Senza categoria Tag: , ,