Archivio

Archivio Aprile 2005

(Nessuna cortesia all’uscita)

30 Aprile 2005 Commenti chiusi

Acqua di sorgente
la beve il serpente
la beve Dio
la bevo anch’io…

segnale di Gianni Cossu

Categorie:Senza categoria Tag: , ,

Fare

30 Aprile 2005 1 commento

> Amico mio
>
> Cosa devo fare per fare?
>

Rousseau

Categorie:Senza categoria Tag:

Efficienza

28 Aprile 2005 Commenti chiusi

“La teoria è sapere come funzionano le cose e non sapere come farle funzionare; la pratica è sapere come far funzionare la cose senza sapere come funzionano;

il nostro scopo è unire la pratica alla teoria per riuscire a non far funzionare le cose senza capire come abbiamo fatto”.

letta da Gianni Cossu (painter)in un ufficio comunale

Categorie:Senza categoria Tag:

Lingua blu

27 Aprile 2005 Commenti chiusi

http://www.segni.emotiv.it/cossugianni/segni.html

Categorie:Senza categoria Tag:

DISFACCIAMOCI

27 Aprile 2005 4 commenti

disfacciamoci

egh postphone
mercoledì 27 aprile 2005 h.17:00

Categorie:Senza categoria Tag:

RINCO

26 Aprile 2005 3 commenti

Video ergo sum. Guardo la televisione
dunque sono. Che
cosa? Tendenzialmente un cretino.
Non cogito, non penso, perché
la lattiginosa opalescenza del piccolo
schermo obnubila il cervello
e rende stolti. Mica una bugia: la
sindrome del rinco (questa parola
non è latina) ti piglia anche a piccole
dosi, basta un pippobaudo
qualsiasi o una stilla di reality per
fiaccare resistenza ed esistenza.
Sarà, appunto, che ieri era la Liberazione,
e allora in molti hanno
pensato di liberarsi: dalla televisione.
Uno, Francesco Baccini, ha
preso la strada più corta: una bestemmia
(per amore) e s?è beccato
il cartellino rosso della Music
Farm. Poi, altra notizia: un sondaggio
(fatto dai pubblicitari, non
dall?Accademia della Crusca) rivela
che metà di 200 presidi delle
elementari italiane vuole un?ora
alla settimana di televisione. Una
dose aggiuntiva di cartoni? Macché:
un?ora di didattica tv. I bambini
ormai sono sempre più soli
di fronte al video, trascorrono in
media un?ora e 20 minuti al giorno:
perché non insegnargli a vedere,
a distinguere il falso (tanto)
dal vero (poco)? Sarebbe una bella
proposta se non ci fosse il problema
di chi mettere in cattedra,
ma il 64 per cento degli interpellati
(i presidi, non i bidelli) ha le
idee chiare: facciamo audiocassette
con i consigli dei personaggi
con più appeal: nell?ordine Vespa
(«è autorevole»), Cucuzza («affidabile
e spiritoso»), De Filippi
(«linguaggio giovane»), Bonolis
(«tratta temi importanti con ironia
»). Serve un commento? Fosse
vivo Oscar Wilde, re dell?aforisma,
magari direbbe che certe volte basta
essere ignoranti per non farsi
ingannare dalla tv intelligente.
Oppure: non si può mettere a nudo
la televisione se prima non si
rivestono le vallette. E anche: ci
sono persone che non avrebbero
mai acceso la tv se non l?avessero
comprata. Boutade perfetta per la
terza notizia della Liberazione:
negli Usa e in Gran Bretagna un
gruppo di guastatori al grido ?spegnete
la tv e riprendete a parlare?
usa un telecomando killer che
chiude gli apparecchi (degli altri)
nel raggio di 17 metri. Black out
nei condomini e nei bar, poi volantinaggio.
Coraggioso raid talebano
che – come lo sciopero del
telespettatore, naufragato l?anno
scorso in Italia – è destinato a ottenere
l?effetto contrario. Del resto
non si possono dare garanzie sul
proprio coraggio se non si è mai
spenta la tv al 40? del secondo
tempo della finale dei mondiali di
calcio. Ecco, serve un po? di ironia.
In ogni caso se non trovate il
telecomando, non arrabbiatevi:
spesso ci siete seduti sopra.

Sergio/regio

Categorie:Senza categoria Tag:

25 aprile 1945 ………………. protesta glocale

26 Aprile 2005 1 commento

All’ANPI – Roma
sono un cittadino, residente in Tempio Pausania SS., il quale ha sempre difeso i valori della resistenza.
La mia ideologia è stata sempre quella di sinistra e la mia vita è costellata di episodi che mi hanno sempre portato a difendere detti ideali.
Nella mia città, quest’anno, vi saranno le elezioni per il rinnovo del consiglio comunale.
Le liste sono due, quella del centro destra e quella della coalizione di sinistra. Era per questa che avrei voluto votare, ovviamente.
Per oggi era prevista una manifestazione, sul piazzale delle rimembranze, per commemorare il 60° anniversario della resistenza. Il manifesto annunciava, per le ore 11,00, la presenza di diversi esponenti politici e rappresentanti sindacali, anche a livello regionale.
La scena, sia di mattina che di sera, si è presentata squallidamente.
Due gazebo, un punto con arrosto di salsicce e bevande varie, tre bandiere della coalizione: ulivo, margherita e comunisti italiani. Tre manifesti con la foto del sindaco proposto dalla coalizione e un manifesto del 60° anniversario della resistenza.
Nessun discorso, nessuna manifestazione. Di mattina si erano assembrate un po’ di persone, forse in attesa della manifestazione, la sera un vuoto assoluto, solo due o tre persone che si sono avvicinate al punto “cottura” per avere un panino con la salsiccia e bere una birra o del vino.
Insomma il risultato era che, approfittando del 60° anniversario della resistenza, questi signori, hanno voluto solo ed esclusivamente approfittare per pubblicizzare il loro candidato.
E’ vergognoso che ciò sia avvenuto!
La resistenza è un valore di tutti e non si può assolutamente confondere con campagne elettorali di nessun tipo.
Per questo protesto energicamente e chiedo a Voi dell’ANPI di prendere una posizione ben precisa nei confronti di chi, con inganno, strumentalizza i valori della resistenza.
Ho deciso di non andare a votare!
Un abbraccio fraterno

Giuseppe Gatto – Tempio Pausania

Categorie:Senza categoria Tag: , ,

ACEPHALE

19 Aprile 2005 Commenti chiusi


to Blanchot/Bataille

Categorie:Senza categoria Tag:

Poetto

18 Aprile 2005 Commenti chiusi


sabato 16 aprile 2005
pre sa illetta/machina amniotica

Categorie:Senza categoria Tag:

UNA NOTIZIA CHE POCHI DANNO…e che fa danno

15 Aprile 2005 Commenti chiusi

Parigi.
Oreste Scalzone in sciopero della fame dal 7 aprile, in solidarietà con la
mobiltazione per una misura d’amnistia-indulto in favore dei detenuti nelle
prigioni italiane è stato ricoverato oggi un ospedale in seguito a un
malessere provocato da un abbassamento di pressione che persiste. Oreste
Scalzone intende continuare la sua azione. I medici decideranno in funzione
dell’evoluzione del suo stato di salute.
Gruppo di comunicazione sciopero della fame SOS Sostegno Oreste Scalzone
*******
Paris.
Oreste Scalzone en grève de la faim depuis le 7 avril en solidarité avec la
mobilisation pour une mesure d’amnistie à la faveur des détenus dans les
prisons italiennes, à été hospitalisé aujourd’hui suite à un malaise du à
une sévère chute de tension qui persiste. Oreste Scalzone entend poursuivre
son action. Les médecins décideront suivant l’évolution de son état de
santé.
Groupe de communication grève de la faim SOS Soutien Oreste Scalzone.

Categorie:Senza categoria Tag: , ,