Archivio

Archivio Agosto 2006

M’illlumino d’immenso

26 Agosto 2006 2 commenti
Categorie:Senza categoria Tag: ,

Les tambours du Bronx

26 Agosto 2006 Commenti chiusi
Categorie:Senza categoria Tag: ,

Olanda

26 Agosto 2006 Commenti chiusi
Categorie:Senza categoria Tag:

Sound (1966-67), Pt.1

26 Agosto 2006 Commenti chiusi

-Le Monde où je suis, est-il musique?

Categorie:Senza categoria Tag:

shadow

25 Agosto 2006 Commenti chiusi
Categorie:Senza categoria Tag:

Procida

24 Agosto 2006 Commenti chiusi

Il vento del cinema tornerà a soffiare sull?isola di Procida dal 21 al
> 25 settembre e, ancora una volta con la direzione artistica di Enrico
> Ghezzi, proporrà nuovi e originali intrecci tra cinema e filosofia,
> con grandi ospiti e tanti film in anteprima o da riscoprire.
> Patrocinato e finanziato da Comune di Procida (Assessorato alla
> Cultura, al Turismo e ai Grandi eventi), Provincia di Napoli, Regione
> Campania e Ministero per i Beni e le Attività culturali, Il vento del
> cinema giunge nel 2006 alla sua quarta edizione e quest?anno avrà come
> tema conduttore quello della ?catastrofe?: quella mondiale e le
> catastrofi individuali e personali, sempre, allo stesso tempo,
> ?catastrofi mediatiche?.
> Come tradizione, saranno davvero tanti i grandi ospiti internazionali
> che a settembre interverranno al festival: tra gli altri, i registi
> Werner Herzog, Hans-Jürgen Syberberg, Amos Gitai, Olivier
> Assayas, Béla Tarr, Artavadz Pele?jan, Andrei Ujica; e i filosofi
> Peter Sloterdijk, Paul Virilio, Giorgio Agamben, Emanuele Severino,
> Massimo Donà.
> Il direttore artistico e ideatore del festival, Enrico Ghezzi,
> illustra così le caratteristiche dell?edizione di quest?anno: ?Chi
> pensa il cinema, chi è pensato dal cinema? Dal 2001, intorno a questa
> domanda gli incontri de Il vento del cinema raccolgono in un?isola
> incantevole, in cui il vento e il cinema soffiano dove vogliono,
> cineasti filosofi studenti (e artisti critici scrittori musicisti
> oltre, naturalmente, al pubblico), in una serie di ?free jam session
> non-stop?, dove un discorso o un dibattito acceso possono essere
> interrotti o deviati o rilanciati dall?accendersi imprevisto o
> richiesto (dall??assemblea?) di immagini; e poi in orari definiti
> (anche di notte) anteprime cinematografiche nazionali e
> internazionali, videoregistrazioni, rarità, performance di musica e
> immagini, proiezioni su nave. Il tema di quest?anno ? conclude Ghezzi
> ? sarà la ?catastrofe?: ?Catastrionfo?, dal Titanic alla teoria di
> René Thom e al post 2001, segno della vita umana e del mondo stesso
> come costante sviluppo di una eterna infinita e spaventosa
> catastrofe?.
> Tra gli eventi in programma a Procida dal 21 al 25 settembre
> spiccano: ?La frattura Rossellini che spacca la storia del cinema?
> (con sopralluogo sul set di ?Viaggio in Italia? a Ercolano), ?Oltre il
> Titanic?, ?Ogni morte di papa? (raccolta-censimento delle riprese
> amatoriali della cerimonia funebre di Giovanni Paolo II), tutte le
> ?rushes? del film-catastrofe per eccellenza, ?Mr. Arkadin? di Orson
> Welles.
> Infine, in collaborazione con Com.Tur. (l?azienda turistica speciale
> della Camera di Commercio di Napoli), saranno realizzati durante il
> festival 5 documentari da 25 minuti ciascuno, sugli ospiti
> internazionali della rassegna e sui tesori turistici e culturali di
> Procida. Questi lavori saranno programmati nei maggiori festival
> internazionali di cinema, negli Istituti Italiani di Cultura
> all?estero e nel programma televisivo ?Fuori Orario? di RaiTre.
>

Categorie:Senza categoria Tag:

Irreversivel

23 Agosto 2006 Commenti chiusi

O tempo destrói tudo.
A vida é irreversível.

Categorie:Senza categoria Tag:

Lo smarrimento di fronte al mondo

23 Agosto 2006 Commenti chiusi
Categorie:Senza categoria Tag: , ,

La filosofia

23 Agosto 2006 Commenti chiusi

Giorello è proprio un personaggio. Scusa se non ti rispondo spesso. Sono stati mesi più che trafelati e pieni di cose dolorose. La filosofia sfata tutte le illusioni, i miti; il suo contenuto è “sismico” e per niente rassicurante quando si tratta di guardare il mondo senza più veli; la filosofia è una balia asciutta, come ha detto un certo signore danese un pò di tempo fa. Nel dolore la filosofia mostra il suo ghigno da matrigna: ti abbandona per poi riprenderti l’anima dopo lo squarcio. Offre allo sguardo una diversa lente? Ti insegna il senso critico? Ti pone in rapporto ad Altri? Oh no…caro Mario, la filosofia non ha nulla da insegnare. Spesso costruisce muri piuttosto che gettare ponti…Non ti sostiene ma ti lascia in solitudine ad assaporare tutto lo smarrimento di fronte al mondo. Eppure forse…se ora sto ancora in piedi dopo mesi di peregrinazioni forse lo devo anche alla filosofia…quella che mi ha fatto vedere la strada per quella che è, un percorso in cui le scosse fanno franare tutto ciò in cui riponevi speranza in un solo istante. Eppure ci sono tante fiammelle, oltre il buio concetto…quelle che sono misteriose e lievi e che solo chi si trova davanti a ciò che non può spiegare riconosce, per caso.
alè/ssandra

http://www.youtube.com/watch?v=VW5y7LhUEPo

Categorie:Senza categoria Tag:

My shoes

22 Agosto 2006 Commenti chiusi
Categorie:Senza categoria Tag: