Archivio

Archivio Settembre 2006

ragli dorati

30 Settembre 2006 Commenti chiusi

all’epoca saatchente del raglio dorato

http://nonletture.blogspot.com/

Categorie:Senza categoria Tag: ,

raglio d’asino arriva in cielo

29 Settembre 2006 Commenti chiusi

http://www.saatchigallery.com

Categorie:Senza categoria Tag: , , ,

Ponte Sisto Roma

27 Settembre 2006 Commenti chiusi


http://www.flickr.com/photos/pensiero/198625690/

Categorie:Senza categoria Tag: , ,

lo sperimentalismo non si addice al dandy

26 Settembre 2006 1 commento

botta
-Evidentemente ormai sono solo un povero vecchio scemo & ignorante. Ciò però non mi impedisce, di mandarla ancora a fare in c., in quanto – pur nella relativa giustezza delle sue affermazioni – avrei alquanto da ridire sui bloggisti, sull’assenza di selezione e di punti veri punti di riferimento non ufficiali, che non rendano perfettamente vana qualsiasi attività artistico-culturale non rientrante nei canali ufficiali dimezzati, ammesso e non concesso che poi lo siano davvero. E davvero dovremmo (forse) riparlarne. Comunque, a parte il suo entuiasmo giovanile, arrivederci & grazie tante. A

risposta
-Lei non è affatto quelle robe li? che dice. Se e? per quello io mi mando a…….. anche da solo.
Semplicemente non rinuncio a presentarle il mio punto di vista.
E d?altra parte io non parlo per semplice giovanilismo / entusiasmo ma per dati di fatto.
Ci vada piano col professionismo, perche? a fronte dell?innovazione il professionismo deve essere forgiato da zero.
Quando c?era la cavalleria, i primi armieri che trabascavano con la polvere da sparo erano certo dei confusionari praticanti.
I primi aviatori erano goffi e impresentabili, ma ora lei non va in america con la nave a vapore, are you? Ma con piloti professionisti. Che gioco forza agli albori dell?aviazione non c?erano.
Prima arriva l?innovazione tecnologica, poi si codifica la competenza/pertinenza (per giunta soggetta a tempi di obsolescenza rapidissimi).
Saluti da a……..
A&N

Categorie:Senza categoria Tag: , ,

il narcisismo dei brutti

26 Settembre 2006 Commenti chiusi
Categorie:Senza categoria Tag: ,

peer 2 peer

26 Settembre 2006 Commenti chiusi

Caro Ricci,

Sto lavorando per lei, non faccia da se? ;)

A parte gli scherzi, la chiamo appena ho messo insieme ulteriori notizie.

Approfitto per una rapida comunicazione estesa anche a pixel:

Veramente pessimo (come il suo umore) il suo intervento apud pischedda sul professionismo dei media e i filtri della cultura.

Lei non deve pensare al velleitarismo autistico dei blog tipo il mio e/o quello di mario.

Quella e? roba artigianale, come far due chiacchiere nel suo salotto a pian de? giullari.

Lei deve pensare al fatto che ci sono fior di professionisti che erogano contenuti, fanno arte e cultura con tanto di filtri e controfiltri in un modello di broadcasting non piu? ?one-to-many? (come il cinema, ola tv) ma ?peer-2-peer? o ?one-to-one? o ?many-to-many?.

Non sono tutti artisti, scrittori, rottinculi che piu? che aver sfondato sono stati sfondati: la selezione e? feroce anche qui.

Quelli che contano sono pochi (avanguardie / elite anche qui).

La differenza e? che ora tutti si possono esprimere, pena l?irrilevanza.

Ma non e? poco.

L?accesso alla tecnologia e? facile, e a basso costo. Poi e? chiaro che emergono e sfondano solo pochissimi.

Si è per caso accorto che la sua Hollywood ha dimezzato i budget a causa dei nuovi media?

Ma dove vive?!?

Avrebbe ragione se fossimo nel 1960, e il broadcasting fosse cinema+ tv + radio + libri

Oggi e? tutta un?altra faccenda.

I filtri ci sono lo stesso

Ma di questo riparleremo

Non si aduggi, ma e? quanto le dovevo

Suo A&N

Categorie:Senza categoria Tag:

non amo nessun tipo di blog

26 Settembre 2006 Commenti chiusi

?Caro Mario,

pur apprezzando la tua gentilezza nell’avermelo inviato, non amo né questo blog, né tutti i possibili altri, perché non amo nessun tipo di blog. Non li amo perchè sarebbe troppo facile aggirare l’informazione ufficiale, munita di filtri & super/filtri, illudendosi di poter comunicare qualsiasi cosa, semplice/mente facendo a meno di qualsiasi filtro. Ma la cultura, ogni espressione culturale, richiede filtri, ha bisogno di essere filtrata, nel senso che ci dev’esser pur qualcuno che decide se una certa cosa è arte o no, è letteratura o no, è informazione o no, è cinema o non lo è, e via discorrendo. Prendiamo il cinema. Per me se non è hollywwod – con quello che significa: la capacità/possibilità di raggiungere milioni di persone – cinema non è. Tanto è vero che ho sempre polemizzato con i cosìdetti filmakers, i quali finiscono per essere fruiti più che altro all’interno di ghetti – amici intimi & festival alternativi e via discorrendo – e non dal vasto pubblico, cioé quello che conta. Lo stesso vale per la letteratura, la pittura, la fotografia, e quant’altro. In tutti i campi culturali ci sono non semplice/mente degli “artisti”, ma degli artisti-professionisti, che non si pongono soltanto il problema della “creazione” – una percentuale irrisoria di tutto il processo comunicativo – ma di tutto quel che viene prima e dopo – il 90% del lavoro! – una mostruosa rottura di palle che prevede fasi anche deprimenti come il leccaggio di culo, la prostituzione e via discorrendo – insomma il pagamento del pedaggio o dello scotto che dir si voglia. Altrimenti sarebbe troppo facile. Troppo semplice esprimersi liberame/mente senza filtri & impedimenti (pedaggi), che tra l’altro renderebbero assai difficile, se non impossibile la fruizione di tutta la produzione possibile & immaginabile, la quale teoricamente potrebbe coincidere con la popolazione totale. Joseph Beuys sosteneva che ogni uomo è un artista, come dire che nessuno è un artista. Ma ammesso e non concesso, se tutti davvero fossero o facessero gli “artisti”, passeremmo tutto il tempo a fruire invece che, poniamo, a scopare o a lavorare, con miliardi di braccia e di menti sottratte all’agricoltura, al turismo o al capitalismo e chi più ne ha più ne metta…che poi è esattamente quel che abbiamo sotto gli occhi!

Pertanto, al sistema ufficiale che pretenderebbe di decider cosa è e cosa non è questo o quell’altro, c’è questo attardarsi, questo contrapporsi speculare-capovolto del ritenere qualsiasi cosa – per il semplice fatto che esiste – come “arte”o “cultura” o “informazione” o quant’altro – e basta! Ma non è vero niente. Se per esempio nel campo della letteratura, andiamo agli henry miller e ai celine e via discorrendo, vediamo che tutti costoro non si sono limitati a creare, ma hanno dedicato parte rilevante delle loro energie a lottare per essere pubblicati, per non essere censurati, e magari per essere (o non essere) mantenuti da qualche gentildonna, che in diversi casi – in quello di Miller per esempio – hanno consentito non tanto l’espressione ma lo sfondamento di questo o quel personaggio. Addirittura i maledetti così/detti, oggi ancora conosciuti non perché si sono espressi, ma perché hanno sfondato, nonostante tutto, cioé nonostante tutta la miseria e la disperazione e la morte di ogni essere umano. Però loro ce l’hanno fatta! Inutile sottolineare che non sto semplice/mente riferendo al mero successo e via discorrendo…

Fuori da questa logica i blogger, i filmakers e via discorrendo, sono debuttanti che non debutteranno mai, dei narcisisti frustrati e tutto sommato dei dilettanti. Il problema non è soltanto quello di riuscire ad esprimersi, a “creare”, dio che palle, ma di ri-uscire a imporre la propria espressione (leggi innovazione) al mondo, a tutti i costi, costi quel che costi, tenendo conto che questi costi ( con gli annessi & connessi giustificativi di velleitari & rinunciatari) non interessano e non interesseranno mai nessuno. Punto e basta!

Tutto ciò vale per tutti, quindi anche per te e per me.

Conscio di esser stato tutt’altro che esaustivo, spero almeno di essere stato chiaro.
Al

Categorie:Senza categoria Tag: , ,

canto sciolto all’impossibile

26 Settembre 2006 Commenti chiusi

Lo spettacolo ci ha occluso per sempre l’esperienza. La mediazione del mediatico impedisce l’esperienza…

Categorie:Senza categoria Tag: , ,

the city

25 Settembre 2006 Commenti chiusi

http://www.jamielidell.com/video.php

Categorie:Senza categoria Tag:

new me

25 Settembre 2006 Commenti chiusi

http://aleksandradomanovic.com/NEW%20ME.htm

Categorie:Senza categoria Tag: