Archivio

Archivio Gennaio 2010

abacus

31 Gennaio 2010 Commenti chiusi

Quello che conta è l’impegno consapevole, intenzionale, costante e prolungato per raggiungere un determinato obiettivo…
Giovanni De Mauro

Categorie:kinobalanite Tag:

Pour de nouvelles constellations…

31 Gennaio 2010 Commenti chiusi
Faire danser ensemble les hétérogènes…
irraiductibles

 

Categorie:kinobalanite Tag:

car

31 Gennaio 2010 Commenti chiusi
Categorie:kinobalanite Tag:

McDonald’s

31 Gennaio 2010 Commenti chiusi
Categorie:kinobalanite Tag:

LA CASTA È SEMPRE LA CASTA

30 Gennaio 2010 Commenti chiusi
in effetti Laetitia è unica, l’adoro
from redbeppe
Categorie:kinobalanite Tag:

la Bocca della verità

30 Gennaio 2010 Commenti chiusi
I sondaggi sono una menzogna totale…
Giorgio Bocca
Categorie:kinobalanite Tag:

lo spammer morente

30 Gennaio 2010 Commenti chiusi
la comedie d'un jour

la comédie d'un jour

Categorie:kinobalanite Tag:

sms retroattivo

30 Gennaio 2010 Commenti chiusi

sono in Castello, osservo il panorama dall’alto e mi commuovo, guardo Cagliari che odio e piango…
retropensiero di mo, 20 gennaio 2010, h.12:14
http://www.youtube.com/watch?v=dSiwArwxk9s

Categorie:kinobalanite Tag:

discorso di Milano

30 Gennaio 2010 1 commento

Questo proemio, prologo o premessa al mio Discorso di Milano è dedicato a Gallizio, l’editore con le palle, con inclinazioni al bello, che per me incarna la figura canonica dell’intellettuale disorganico tout court, che ha letto tutto e che per di più è cattivo. In lui si realizza largamente la frase fatta che dice :” conoscerlo è amarlo”.  Ma oserei dire di più : ” vederlo è amarlo”. Che cosa vedo quando vedo Gallizio? Vedo un uomo coraggioso, con le palle per l’appunto, e intelligente. Non ho bisogno di parlargli. Gallizio appartiene a una generazione che è patrimonio di tutti noi. Per i milanesi è un lusso, e quando dico lusso so molto bene quello che dico, avere uomini così!
http://nyft.tumblr.com/post/361592978/gallizio-leditore-con-le-palle-con-inclinazioni
http://ff.im/f7hki

Categorie:kinobalanite Tag:

la città meravigliosa

30 Gennaio 2010 Commenti chiusi
4 “slip”
Finally I got to know him. Oggi ho conosciuto il  ‘mio’  filosofo. Quello di cui mi sono incapricciata, non so neppure io perche’, avendo gia’ ben altri progetti per la mia vita. Anzi no, lo so perche’. So benissimo perche’. Da quando, piu’ di un anno fa, l’ho sentito parlare in ascensore con uno dei miei insegnanti (in francese), ed ho sentito che era canadese e insegnante di filosofia, ho ‘deciso’ (si’, ho deciso) che doveva essere un uomo interessante ed affascinante. Senza sapere altro di lui. Ah sì, fumava. Come me. Un altro punto a favore. Lui ha cominciato a salutarmi. Per le scale, in ascensore, nel ghetto  dei fumatori. Non dovrei dire ghetto, perche’ e’ di origine ebrea. Un’altra cosa affascinante. Ma io non sono molto politically correct devo dire, o almeno non lo sono fintamente. Sono andata a vedere il suo profilo su internet. L’ha fatto diventare ancora piu’ affascinante. Ma io allora ero ancora coinvolta con il mio amore irlandese, anche se tanto sapevo benissimo che non avrei mai potuto averlo. Io mi fisso su quelli e lascio perdere gli altri di solito. E’ piu’ forte di me. Troppo vecchia per cambiare. Poi un giorno mi piaceva, un altro giorno no. Deve essere sicuramente un presuntuoso. E fuma sempre da solo. Non da’ confidenza a nessuno. Ha la faccia arrabbiata. Chi se ne frega, ho davvero altro per la testa. Pero’ potrebbe almeno rivolgermi la parola dopo quasi un anno che ci salutiamo. Perche’ devo sempre essere io a fare tutto? E poi chissa’ quanti anni ha. E’ sicuramente troppo giovane. Si’, dev’essere cosi’. Ma non poi cosi’ giovane, perche’ insomma, e’ lecturer , ha laurea, dottorato. Almeno 30 anni li avra’. Sempre troppo giovane. E poi e’ troppo magro. O Gosh, e’ davvero troppo magro. Ti sembra di romperlo solo a guardarlo. Figurati il resto. Ma poco prima della festa di Halloween (che poi sono sempre i nostri cari e vecchi morti..no, lo so che sono tutti i santi, ma anche loro non sono altro che i nostri morti), ho deciso di interrompere qualsiasi rapporto con il mio amore irlandese. Dopo quasi 5 anni. Basta. Sono stanca, sono stanca di vederlo una volta ogni 6 mesi se va bene, di comunicare solo via e mail, di aspettare ogni giorno che Dio manda in terra un suo scritto, un suo respiro, un suo segnale. E cosi’ ho deciso che volevo conoscere il filosofo. Inconsciamente, devo dire. Si’ e’ rotto qualcosa e si e’ riaggiustato qualcosaltro. I primi tentativi sono stati, direi, disastrosi. Come primo approccio gli ho chiesto una sigaretta. Originale, mi sono detta, oh davvero originale. Ma non potevi pensare a qualcosaltro?? No, non potevo. Ma la sigaretta non ce l’aveva. Sempre il pacchetto in mano aveva avuto, prima di quel giorno. Sempre. Sara’ un segnale, sono una sfigata. 40 anni e usare come approccio una sigaretta, si’, sei decisamente una sfigata. Neppure le ragazzine delle medie farebbero una cosa del genere.
Ma oggi, dopo aver fatto scivolare, qualche giorno fa ,sotto la sua porta un dvd particolarmente significativo- signifacativo per me, ovviamente- ho preso il coraggio a quattro mani, e senza neppure un goccio di alcol sono andata a bussare alla sua porta. Gentile e sorridente, mi ha invitato ad entrare e a sedermi “Hi, come in please…have a seat please…” ma come, ma perche’ mi parla in inglese dopo che io ho fatto lo sforzo di scrivere in francese nel biglietto di accompagnamento al DVD?? anyway…mi ha dato la mano, non si e’ presentato perchè sa benissimo che io so chi e’ lui…the same here. He’s very polite I have to say. Which is not very good because you never know if he’s only being polite or if he’s really interested in getting to know you. But I’m there. Very embarassed, because, Good, I feel like a stupid teen. What are we going to talk about? He’s giving up smoking. Damn! I really hoped to ask him for a cigarette..I don’t even know if he understood the real reason why I asked the Italian journalist for a dvd with his interview. He must think I’m generally interested in philosophy. Which if true in a way…but still….Mi chiede se conosco  X di persona…gli dico di no per dargli un indizio del perche’ di cui sopra…sembra sorpreso. Forse avrei fatto meglio a dirgli che si’, lo conosco di persona. In ogni caso lui conosce me. Mi dice che puo’ duplicare lui il DVD per me. Oui, s’il Vous plait, merci. J’ai l’impression qu’il a rien compris. Il ressamble a mon pere..completment perdu! Pet-etre c’est pour ca qu’il me plait…en tous cas, il est si mignon quand il sourit…
je m’en vais avec la promesse d’un cafe’ togetherpas mal du tout, mais I have the feeling of something…still in the air but not yet said…and maybe it will never be said….
Castells in aria
————-
Categorie:kinobalanite Tag: