Archivio

Archivio Marzo 2010

agnus dei

31 Marzo 2010 1 commento
Categorie:kinobalanite Tag:

il crepuscolo

31 Marzo 2010 Commenti chiusi
Categorie:kinobalanite Tag:

domenica di pasqua

31 Marzo 2010 Commenti chiusi

pasqua     12 aprile 2009

Categorie:kinobalanite Tag:

sms

31 Marzo 2010 1 commento

caro mario come si fa a essere felici noi abituati a certi lussi in un tempo in cui di lusso non ce n’è più…

aldo riccci

Categorie:kinobalanite Tag:

arte pop

31 Marzo 2010 Commenti chiusi

Giulio Questi : “io faccio i miei film chiudendomi in casa”
http://www.youtube.com/watch?v=mOOaCQ-BuNA&feature=email

antonio bruschini & michele faggi

Categorie:kinobalanite Tag:

diario spezzino

31 Marzo 2010 1 commento

Verve & forfora

Quando non c’è la verve allora la forfora, i residui, il residuo confuso dell’essere zombie, zombo, zombo come rombo, come rospo, non ho ricordi, sfumati, irrimediabilmente sfumati, ho il delirio del diario personale che non approda, che non vuole approdare, che non approda da nessuna parte, interloquisco a vanvera, disordinato, spocchioso, iroso, a ritroso, gli altri hanno storie da raccontare, si appiccicano ad un ruolo e lo recitano per una vita, ad infinitum, a iosa , a sbafo, sono insufficiente a me stesso, un bluff alla luca canali, così diceva da qualche parte qualche anno fa, riaffiora qualcosa dal limo limaccioso, e neanche salti di gioia, gli altri almeno si organizzano, parlano, fanno finta di parlare, ognuno col suo mondo nel suo mondo, io ripeto avendo il vuoto alle spalle, i ricordi non riesco proprio a ripescarli, botola chiusa, inutile pescare dal  fondo limaccioso, oscuro, torbido, cammino sulla ghiaia di viale italia, schiacciato dalle agavi e dalle palme alte, che svettano, svettanti nel cielo grigio, tutto è grigio, anche i portici sono grigi, le saracinesche abbandonate, la vita è scomparsa dalle strade, non c’è vita ed io sono qui estraneo, estraneo a me stesso, al contesto urbano, dove andare, cosa ricordare, cosa fissare sul taccuino della disidentità, gli altri hanno imparato come ingannare il lettore, come trascinarlo, hanno imparato la lezione a memoria  e lo trascinano lungo percorsi artificiali, come in una città artificiale, lo illudono con le parole artificiose, io capisco quelli che stanno soli, che parlano da soli nella desolazione urbana della città, cammini avanti e indietro, senza meta, non hai sogni da perseguire, da inseguire, i sogni sono finiti, quei sogni infiniti e stai a rimuginare qualcosa tra le luci gialle della sera, incontinente, nulla da dire, nulla da eccepire, fingiamo, fingiamo sempre, ci immedesimiamo in un ruolo e quello recitiamo sempre per sempre, e non mi va di dire neanche questo, tutto è superficiale, illusorio, vano, scrivo per scrivere, un gossip interno, interiore, vuoto, il vuoto, ah il vuoto, l’assenza, il ricordo, l’amnesia, tutto sfuma nell’aria calda e gelida, zaffate dal mare, i gabbiani volano inurbati, niente mi colpisce, niente mi commuove, nessuno ascolta, tutti sordi, parliamo al vento, urliamo il dolore, tutto è assorbito dal cielo che cancella i sospiri e le lacrime e gli affetti, quelli cari, perché siamo qui, quale scopo, con quale autorialità, delete all…

Categorie:kinobalanite Tag:

panda rei

31 Marzo 2010 1 commento
Categorie:kinobalanite Tag:

le parole stupide

31 Marzo 2010 Commenti chiusi
Categorie:kinobalanite Tag:

blob

30 Marzo 2010 1 commento

I giornalisti non scrivono più notizie, inventano la realtà…

Umberto Bossi

Categorie:kinobalanite Tag:

Apulia

30 Marzo 2010 Commenti chiusi
Categorie:kinobalanite Tag: