Archivio

Archivio Settembre 2013

ph. gavina muzzetto

20 Settembre 2013 Commenti chiusi
Categorie:kinobalanite Tag:

ne m’oublie pas

16 Settembre 2013 Commenti chiusi
Categorie:kinobalanite Tag:

stracultnews

16 Settembre 2013 Commenti chiusi
Categorie:kinobalanite Tag:

le foto sono ganci che tirano su pezzi di memoria dalla pancia

16 Settembre 2013 Commenti chiusi
eu/genio alberti schatz
mah, difficile capirlo anche per noi. le foto sono ganci che tirano su pezzi di memoria dalla pancia, o vecchie lettere mai spedite in qualche cassetto neuronale. questa è un po’ “à la Rodcenko”, o sarà perché mi trovo a Mosca, che è un luogo carico di energia, come Stromboli, da sempre, dove le menti sono più libere e disinibite e sempre sul filo di una disperazione politi…co-esistenziale. qui gli artisti sono quasi tutti artisti-filosofi, amano indagare le strutture dell’essere, mica si accontentano di essere uno specchio sociale o un fenomeno glamour. beh, intanto è un elogio dell’ombra, la tua foto, parla di luce e di percezioni di luce, sempre su questo telo asfaltato di cemento mentale che tu prediligi. vedo una cosa, ne proietto un’altra, si cristallizza nel cemento. quindi, anche le immagini colte di getto, come le tue, possono aspirare all’eternità. è una teoria, un modello, naturalmente. in qualche tuo lavoro, però, ti avvicini pericolosamente alla soluzione, che è sempre, nell’arte, una soluzione di leggerezza che plana senza padroni. c’è anche un flavour, una nota di mistero, direi, che insieme al bergamotto, alla vaniglia, alla tuberosa e all’ylang-ylang, fanno parte della mia tavolozza mnemonica-affettiva. Mistero sta per metafisica. Metafisica sta per quando l’artista riesce a trovare nell’immagine da lui stesso creata l’interruttore del tempo, lo spegne, e ti invita a navigare con occhi di medusa dentro, e a cercare la soglia che porta alla schermata ulteriore. La metafisica è anche una condizione leggermente ansiogena, perché è legata a un senso di allarme per qualcosa che deve succedere, qualcosa di sfuggente e dai contorni slavati. L’arte è un linguaggio difficile da codificare oggi, e anche da capire certe volte, o meglio da incapsulare, ma nessuno mette in discussione il suo primato nell’avvicinarsi a verità che esulano dal quotidiano. A trasmettere “atmosfere”. A porre domande che si formulano nel momento stesso in cui vengono poste e già rimbalzano verso nuove domande prima di atterrare al suolo. Il mondo è difficile da capire. L’arte è un modo bellissimo per farlo perché sperimentale, umile e impertinente al tempo stesso. Come gli artisti, d’altronde. Ciao Mario
Categorie:kinobalanite Tag:

tip tap

15 Settembre 2013 Commenti chiusi

ho leggiucchiato tap roul, figo.. anche meglio dell’altro forse… un bel libro comunista, nel senso più elementare del termine (comunitario), infatti è anche rosso!! ahah
lazarus gordon

Categorie:kinobalanite Tag:

Donny stratos/ferico

15 Settembre 2013 Commenti chiusi
Categorie:kinobalanite Tag:

mater-ia-le di mater-ia

15 Settembre 2013 Commenti chiusi
Categorie:kinobalanite Tag:

laslo pinxit

13 Settembre 2013 Commenti chiusi
Categorie:kinobalanite Tag:

molineddu

13 Settembre 2013 Commenti chiusi
Categorie:kinobalanite Tag:

ai posters l’ardua sentenza

9 Settembre 2013 Commenti chiusi
Categorie:kinobalanite Tag: